skip to Main Content

IMU 2020 – Attenzione alle Novità

Scritta-viola-e-gialla-su-sfondo-colorato-imu-2020

La tassa IMU ora accorpa anche la TASI, attenzione a ricalcolare la nuova quota che devi pagare entro il 16/12/2020.

L’IMU si paga sulle case di Lusso e sulle Seconde Case.

La legge di bilancio 2020, 160/219, articolo 1, commi da 738 a 783, ha modificato il sistema dell’imposizione immobiliare locale stabilendo l‘unificazione di Imu e Tasi.

In realtà la Tasi, è stata accorpata alla nuova IMU. Il tutto al fine di semplificare la gestione dei tributi locali, senza diminuire le entrate fiscali dei Comuni.

IMU 2020 e case di lusso

Sono considerate di lusso le case accatastate come A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi artistici o storici). Questi immobili e le loro pertinenze, anche se utilizzati come abitazione principale sono soggetti al pagamento dell’Imposta.

Per considerare abitazione principale l’immobile è necessario che il proprietario e il suo nucleo familiare vi abbiano la Residenza.

IMU e pertinenze

Le pertinenze all’abitazione principale sono delle appendici come meglio definite dall’art. 817 del Codice Civile a corredo dell’abitazione e seguono lo stesso trattamento dell’immobile.
Fai attenzione: sono agevolabili al massimo tre pertinenzema solo un tipo di pertinenza per categoria.

Per pertinenze si intendono quelle classificate come C2 (magazzini, depositi), C6 (box, autorimesse) e C7 (tettoie chiuse o aperte). In pratica, se hai due garage pertinenziali, classificati come C6, solo uno sarà esente dall’imposta come l’abitazione principale, l’altro viene tassato ai fini Imu con l’aliquota ordinaria deliberata dal Comune. Il consiglio è di scegliere come pertinenza esente quella con la rendita catastale più alta.

In caso di Separazione o divorzio?

In questo caso la casa coniugale assegnata al coniuge, è esente da IMU perché considerata abitazione principale di quest’ultimo come meglio specificato nell’Articolo dedicato.

Esenzione per Persone residenti in istituti di ricovero o sanitari.

Gli anziani o disabili che hanno portato la loro residenza in istituti di ricovero o sanitari.
Infatti per le case lasciate vuote da questi soggetti il Comune potrebbe aver deciso di trattare queste situazioni allo stesso modo delle abitazioni principali, ovviamente la casa non deve essere stata affittata.
E’ sempre consigliato contattare l’ufficio tributi del tuo Comune per sapere cosa fare.

Maggiori poteri ai Sindaci per la riscossione

Con la nuova IMU 2020 è stata avviata una riforma che da maggiori poteri alle amministrazioni comunali.
Infatti ora possono procedere con l’accertamento esecutivo, nei casi di omesso pagamento dei tributi dovuti per il possesso degli immobili.

Cancellazione seconda rata causa Covid-19

Il Decreto Ristori prevede la cancellazione della seconda rata IMU in scadenza il 16 dicembre 2020.
L’esenzione è prevista per gli immobili in cui si svolgono le attività, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività esercitate negli stessi.

La prevede l’articolo 9 del decreto Ristori, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 ottobre 2020 ed in vigore dal giorno successivo.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo