skip to Main Content

Esenzione IMU per coppie separate

Mani-che-aprono-una-scatola-con-dentro-una-fotografia-in-bianco-e-nero-esenzione-imu

La legge permette l’ esenzione IMU per prima casa solo se l’immobile è residenza e dimora abituale dell’intero nucleo familiare. Ma se il nucleo familiare si “divide a causa di una separazione” cosa succede?

Il Coniuge “Separato di fatto” che vive con i figli della coppia ha diritto alla Esenzione Imu se l’immobile rientra nelle fattispecie previste dalle agevolazioni “Prima Casa” (non è casa di lusso)
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 24294 depositata il 3 novembre 2020, ha stabilito il principio, che:

  • l’agevolazione Imu per la “prima casa” è applicabile anche al coniuge separato di fatto che ha la residenza nell’immobile coniugale.
  • L’esenzione “prima casa” è applicabile anche nel caso in cui il coniuge con i figli si siano trasferiti in una abitazione sita in altro Comune.

Nel caso oggetto della sentenza uno dei coniugi, dopo la crisi coniugale, aveva mantenuto la residenza e la dimora nell’abitazione familiare, mentre l’altro coniuge con i figli si erano trasferiti in un immobile sito in altro Comune.

Cosa accade all’altro “Coniuge di fatto” (non ha con se i figli) se vive nella casa di proprietà in cui viveva l’intero nucleo familiare?
Il “Coniuge di fatto” che rimane nella casa coniugale ma non ha con se i figli PERDE il beneficio delle agevolazioni prima casa, in quanto spettano al Nucleo con figli.

Cosa accade all’altro “Coniuge di fatto” (non ha con se i figli) se vive in una casa diversa da quella coniugale ma nello stesso comune?
Il “Coniuge di fatto” NON beneficia delle agevolazioni di legge nonostante non possa usufruire di fatto della casa di proprietà in cui vive il nucleo familiare.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo