skip to Main Content

Aprire Partita IVA: come fare per un’Attività Autonoma

Documenti-per-aprire-partita-iva

Aprire Partita IVA è lo step indispensabile che permette di svolgere una attività autonoma; per questo à necessario innanzitutto richiedere la Partita Iva presso l’Agenzia delle Entrate.

Tutti coloro che esercitano l’attività di libero professionista, lavoratore autonomo o Impresa sono obbligati a richiederla, appunto, alla Agenzia delle Entrate.

Cosa è la Partita IVA?

E’ un codice composto da un insieme di 11 numeri, permette di identificare sia l’attività svolta che il suo titolare.
La Partita IVA quindi identifica il contribuente in modo univoco.

Essa è lo strumento che consente di dichiarare le proprie entrate, assolvendo al pagamento delle Imposte e dei Contributi dovuti.

Le Persone Fisiche per essere identificate, utilizzano sia il Codice Fiscale personale che la Partita Iva rilasciata dalla Agenzia delle Entrate.

Come fare per aprire la Partita IVA?

Per ottenere il numero di Partita IVA occorre presentare alla Agenzia delle Entrate i seguenti moduli debitamente compilati:

  • Persone fisiche modulo AA9/12
  • Società compilano il modulo AA7/10

I dati fondamentali da inserire nei moduli sono:

  • dati anagrafici del titolare:
  • luogo di esercizio;
  • attività che si andrà ad intraprendere.

Una particolare attenzione va posta nei confronti dell’ attività che si intraprende.
Difatti nel modulo è richiesto il cosiddetto Codice Ateco, uno dei dati fondamentali da inserire nella richiesta di rilascio della P. IVA.

I codici Ateco sono elencati in apposite tabelle distinte per sezioni, nelle quali ognuna di esse, specifica molto chiaramente le varie attività.
Meglio fare riferimento alla tabella prima di decidere quale attività segnalare alla Agenzia delle Entrate.

Questo dato estrapolato dalla tabella Codici Ateco chiarisce il particolare settore cui apparterrà la nuova attività.
E’ solo in riferimento a questo dato che si delineano chiaramente gli adempimenti successivi.

Essi possono riguardare sia l’invio della pratica di iscrizione al Registro Imprese, all’INPS ed all’INAIL ma anche l’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività al Comune di riferimento. 

Quanto Costa Aprirla?

Aprire la posizione IVA all’Agenzia delle Entrate non è soggetto a pagamento di diritti, meglio però rivolgersi al proprio Consulente di fiducia.

Solo il Consulente infatti,  permette di chiarire la procedura corretta. Inoltre individua la migliore gestione della contabilità, della fatturazione e soprattutto, chiarisce l’iter burocratico per l’attività che si intente avviare.

In particolare occorre verificare se la nuova attività è soggetta alla Comunicazione Certificata di ‘’Inizio attività’’ presso il Comune di residenza in mancanza della quale, il Registro Imprese non iscrive il soggetto.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo