skip to Main Content

Modello 730: Novità e Presentazione

Ragazza-che-cerca-un-raccoglitore-di-documenti-730

Anche quest’anno si avvicina la data in cui pensionati e dipendenti possono inviare la loro dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2020.

Il modello 730 è la dichiarazione dei redditi che può essere presentata dai lavoratori dipendenti, pensionati e da tutti quei contribuenti che posseggano redditi da lavoro dipendente o assimilato come meglio descritti dal art. 6 TUIR.

Per redditi assimilati si intendono quei redditi derivanti da compensi percepiti per lavoro autonomo, in assenza di partita Iva, redditi di capitale e redditi da fabbricati e terreni.

L’agenzia delle Entrate sul proprio sito, ha già pubblicato il modello 730 per i redditi 2020 e le istruzioni di compilazione.

Il sostituto di imposta, che sia datore di lavoro o l’INPS, provvede a saldare il risultato della dichiarazione 730 direttamente sul compenso del dipendente o rata di pensione o altra misura di sostegno erogata dall’Istituto Previdenziale.

Il via per spedire la dichiarazione tramite portale dell’Agenzia delle Entrate sarà a partire dal prossimo 10 maggio data in cui l’Agenzia stessa renderà disponibile il precompilato sulla propria piattaforma, tale data inizialmente 30 aprile è stata prorogata dal Decreto Sostegno.

Quando presentare il 730 nel 2021?

Il termine ultimo entro il quale il cittadino avrà la possibilità di inviare la propria dichiarazione sarà il prossimo 30 settembre 2021. 

Come fare il 730.

Il 730 può essere inviato autonomamente tramite accesso alla  dichiarazione precompilata presente nel cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate.
Ci si può rivolgere anche ad un CAF o al proprio datore di lavoro se quest’ultimo ha comunicato la volontà di prestare assistenza fiscale.

Presentando il 730 i soggetti possono pagare le imposte relative ai redditi percepiti.

Infatti per effetto del loro cumulo, hanno dato origine ad un posizionamento di scaglione IRPEF superiore a quello calcolato in sede di compenso.

Unitamente al calcolo del conguaglio IRPEF è possibile portare in detrazione o deduzione delle spese che consentono di diminuirne l’importo e conseguentemente di ottenerne il rimborso.

Da quest’anno sono state inserite delle novità riguardo alcune categorie:

  • credito IRPEF per acquisto monopattini o biciclette;
  • credito IRPEF per bonus vacanza;
  • riduzione cuneo fiscale per dipendenti;
  • credito IRPEF superbonus 110%.

La dichiarazione dei redditi precompilata non è obbligatoria perché il contribuente può liberamente scegliere di presentare la dichiarazione dei redditi e quindi il 730/2021 anche con il modello ordinario, noi di PraticheWeb forniamo sia la consulenza che la presentazione della dichiarazione in tempi brevissimi.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo