skip to Main Content

SRL- Le Quote si Vendono Senza Notaio

Foglio-per-vendita-con-penna-e-mani-in-evidenza-srl

La SRL è una società a responsabilità di limitata i cui soci rispondono per i debiti della società limitatamente al Capitale conferito. La società è costituita attraverso la stipula e la firma di un contratto tra i soci; tra coloro cioè che possiedono la proprietà dell’intero Capitale.

Esistono due tipi di società a responsabilità limitata: le società Ordinarie il cui Capitale Sociale sottoscritto è di almeno €10.000; le società Semplificate il cui Capitale può essere di minimo €1,00 fino a €9.999,99.
Queste ultime sono state istituite dal D.L. 1/2012 e l’art. 3 ne dispone i termini costitutivi.
Importante segnalare che l’iniziale limite di età dei soci stabilito al di sotto dei 35 anni, è stato cancellato con DL76 del 28/06/2013.

Attualmente la SRL semplificata è accessibile a tutti.

I soci nell’atto costitutivo, decidono anche quale sarà il Capitale Sociale, cioè l’importo a titolo di investimento all’interno della società, finalizzato al conseguimento dell’oggetto sociale.
Il conferimento del Capitale Sociale può avvenire in beni o in denaro intendendo per conferimento la quota che ciascun socio si è impegnato a versare alla stipula della costituzione. La somma delle quote sottoscritte rappresenta il 100% del Capitale Sociale e ciascun socio ne possiede in percentuale, una parte.

Il contratto che di fatto sancisce la nascita della società, firmato dai soci, deve essere depositato presso l’Agenzia delle Entrate e presso la Camera di Commercio competente.
È a questo punto che la nuova società verrà iscritta presso la Camera di Commercio di riferimento. L’amministratore a questo punto dovrà depositare una pratica specifica di inizio attività. Infatti l’iscrizione da parte del Registro Imprese sarà di nuova società “inattiva” non è indicata l’attività svolta;  

Come si vendono le quote di una SRL?

La procedura è abbastanza semplice e veloce, Se uno o più soci decidono di vendere le proprie quote, è previsto che si possa procedere senza ricorrere al Notaio.
In questo caso è solo il commercialista iscritto all’albo “sezione A”  che potrà predisporre e depositare la scrittura privata avente per oggetto la cessione. Egli per legge è l’unico soggetto oltre il notaio, che può stipulare la scrittura privata, raccogliere i dati e le dichiarazioni dei soggetti coinvolti.
Nell’atto infatti è necessario indicare lo stato civile, dati anagrafici e di residenza e la situazione patrimoniale con il coniuge.

Predisposto il contratto con i dati forniti lo stesso commercialista procederà al deposito presso l’Agenzia delle Entrate ed il Registro Imprese.

Quanto si paga di tasse sulla vendita di quote SRL?

La vendita delle quote è soggetta al pagamento delle seguenti tasse:

  • Imposta di Registro pari a 200 euro per ogni quota venduta
  • Diritti e bolli camerali per un importo di 155 euro.

Le imposte ed i bolli sono addebitati direttamente sul conto del consulente che si occupa della registrazione della vendita delle quote.
È importante sottolineare che all’atto della cessione quote, si può variare anche l’amministratore della società sia ai fini Agenzia delle Entrate che per il Registro Imprese.

Procedura: i dispositivi necessari

La procedura per la vendita con l’ausilio di un commercialista è molto semplificata. Il professionista raccoglie i documenti ed i dati necessari, redige il contratto che verrà visionato e firmato digitalmente da tutti i soggetti coinvolti acquirente e venditore.
Le parti contrattuali che si chiamano Dante causa ed avente causa devono quindi possedere un dispositivo di firma digitale.

Successivamente alla firma del cedente e cessionario, il commercialista apporrà anche la propria firma digitale e che spedirà l’atto tramite la procedura telematica apponendo nella procedura la marca temporale. Questa ultima permette di certificare e validare legalmente con data ed ora certi, un servizio o documento informatico.  

L’Agenzia delle Entrate restituirà un file contenente i documenti necessari per il deposito presso la Camera di Commercio.

In genere la Camera di Commercio per evadere la pratica ha necessità di qualche giorno in più rispetto all’Agenzia delle Entrate ma di norma siamo nell’ordine dei sette giorni.

Se necessiti del servizio contattaci telefonicamente.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo