skip to Main Content

SCIA Attività – Chi deve presentarla

Barbieri-al-lavoro-nel-loro-negozio-scia-attivita

La Scia attività è un adempimento che i contribuenti devono verificare al momento di intraprenderne una nuova attività.

Il Dl 222/2016  stabilisce quali sono le attività cosiddette “regolamentate” per le quali occore tale ulteriore comunicazione.
In allegato al Decreto sono presenti cinque tabelle che identificano le attività oggetto di Segnalazione. Per maggior chiarezza riassumiamo di seguito quelle sottoposte:

  • commerciali e di somministrazione su area privata e pubblica
  • strutture ricettive e stabilimenti balneari
  • spettacolo o intrattenimento
  • sale giochi e scommesse
  • officine di autoriparazione e autorimesse e distributori di carburante
  • acconciatori ed estetisti
  • lavanderie
  • arti tipografiche, litografiche, fotografiche e di stampa

La Segnalazione Certificata di Inizio Attività meglio conosciuta come SCIA, è la comunicazione che si inoltra al Comune in cui è ubicata l’Impresa nel momento in cui inizia l’attività vera e propria.

Se l’attività rientra fra quelle previste dal decreto legge, è obbligatorio l’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività al SUAP del Comune.

Prima di intraprendere una nuova attività, è meglio verificare nelle tabelle allegate se la stessa, sia soggetta a SCIA.

L’adempimento è indispensabile per procedere, successivamente, all’iscrizione dell’impresa nel Registro Imprese, come meglio chiarito alla pagina Inizio Attività impresa individuale.

Come presentare la Scia attività?  

La pratica può essere presentata:

  • Direttamente in prima persona
  • Attraverso un intermediario abilitato

In entrambi i casi la segnalazione si inoltra per via telematica al SUAP di competenza che ne rilascia ricevuta.

Il SUAP, acronimo di “Sportello Unico per le attività Produttive”, presente in tutti i Comuni, è il referente addetto alla gestione della pratica. Ci si rivolge al funzionario per eventuali diritti e bolli dovuti, che variano da Comune a Comune.
Il pagamento degli oneri è contestuale all’invio della pratica telematica.

Quando si presenta la Scia al Comune?

La comunicazione si presenta lo stesso giorno dell’inizio della nuova attività.
Non é ammessa una segnalazione posticipata.

E’ importante programmare tutte le fasi relative ad Codice Ateco che prevede questo tipo di attività, in quanto la mancata presentazione della SCIA non permette l’iscrizione della nuova attività. 

Attenzione! Anche la cessazione di attività regolamentata prevede l’invio della SCIA al Comune!

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo