skip to Main Content

Resto al Sud – Contributi per la tua Attività

Scritte-colorate-con-soldi-sullo-sfondo-resto-al-sud

Il bando “RESTO AL SUD” istituito con il Decreto Liquidità, DL 91 del 2017 ha stabilito finanziamenti a sostegno delle attività sia imprenditoriali che professionali.

Le attività finanziate sono ancora da costituire o quelle costituite dopo il 21 giugno 2017.
I contributi sono rivolti sia ad imprese che società;  analizziamo nel dettaglio i requisiti.

Lo stesso nome ‘’RESTO AL SUD’’ ci indica la peculiarità delle attività cui si rivolge. Infatti le imprese devono trovarsi in determinate aree geografiche e precisamente:

  • Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna;
  • Comuni situati nel ‘’cratere sismico’’ del Lazio Marche ed Umbria con una presenza di edifici inagibili;
  • Isole marine minori;
  • Isole lagunari e lacustri.

I soggetti che possono accedere alla domanda:

  • hanno tra 18 a 55 anni;
  • sono residenti nelle zone geografiche previste per il beneficio;
  • non hanno un rapporto come dipendente;
  • non risultano beneficiari, negli ultimi 3 anni, di misure a favore dell’imprenditoria;

Le attività oggetto di finanziamento appartengono alle seguenti categorie:

  • attività produttive nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura;
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • turismo;
  • commercio;
  • attività professionali.

Resto al Sud – spese ammissibili.

Per accedere al contributo occorre dimostrare di dover sostenere le seguenti spese relative a:

  • ristrutturazione e manutenzione straordinaria di beni immobili sarà finanziato il 30% della spesa;
  • acquisto di macchinari impiatni e attrezzature nuovi, programmi informativi, servizi per tecnologia informazione e telecomunicazioni;
  • spese di gestione ordinaria, acquisto materie prime di consumo utenze spese per canoni leasing locazioni e assicurazioni finanziato il 20% della spesa.

Per chiarezza di seguito i contributi massimi erogati:

Ditte individuali
Sono finanziate le spese per un massimo di 60,000 euro più un contributo a fondo perduto di 15.000 euro erogato al termine del finanziamento.

Società
Finanziate spese per un massimo di 50.000 euro per ogni socio con un massimo di 200.000 euro per le società con quattro soci, più un contributo a fondo perduto di 10.000.00 euro per ogni socio con un massimo di 40.000,00 euro.

La domanda è inviata esclusivamente online, corredata dei documenti richiesti, entro 60 giorni la domanda è esaminata ed il riscontro inoltrato tramite pec.

Attenzione !

Il presente bando non ha scadenza, si possono inoltrare domande fino al termine della dotazione finanziaria; nel sito Invitalia sono disponibili ulteriori delucidazioni.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo