skip to Main Content

Accertamento IMU 2016 – La Proroga

Casa-di-colore-giallo-con-cielo-sullo-sfondo-accertamento-imu-2016

L’accertamento IMU 2016 previsto per l’imposta sugli immobili, pena decadenza, deve essere notificato entro il quinto anno successivo alla data di versamento dovuto.
Oltre tale termine l’accertamento non ha valore e l’imposta non è dovuta.

Infatti Il comma 161 dell’articolo 1 della legge 296/2006 prevede che: “Gli avvisi di accertamento in rettifica e d’ufficio devono essere notificati, a pena decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati”.

Questo significa che il Comune deve necessariamente concludere l’iter di verifica entro detto termine e deve consegnare il plico per la notifica.
Oltre tale termine l’atto emesso risulta illegittimo e quindi non dovuto il pagamento.

Questa la regola generale…

Infatti causa Covid sono state disposte le sospensioni dei termini di notifica e degli atti di accertamento come previsto dall art. 67 DL 18 del 2020.

Tale decreto Legge prevede lo slittamento della notifica di 85 giorni. Per cui in caso di accertamento per omesso o parziale versamento il termine di decadenza della prescrizione per l’emissione dell’avviso IMU 2016 è fissata il 26/03/2022.
Detta scadenza fa riferimento a tutti i tributi locali dovuti relativi all’anno 2016.

I contribuenti che si sono trovati nella condizione di ricevere l’avviso di accertamento entro questa data, sono tenuti al pagamento dell’imposta omessa o parzialmente non dovuta gravata da sanzioni ed interessi.

Come deve essere notificato l’avviso di Accertamento IMU 2016?

L’avviso di accertamento può essere notificato in vari modi:

  • Tramite raccomandata postale: in questo caso la notifica si perfeziona con la firma di ricevimento del contribuente destinatario. Nell’ipotesi che il contribuente sia assente, l’avviso di giacenza presso l’ufficio posale nei 30 giorni successivi la tentata consegna l’atto si intende notificato:
  • messo comunale o messi notificatori tale notifica si utilizza quando il soggetto è irreperibile ad esempio per indirizzo errato;
  • tramite posta elettronica certificata – PEC. L’ente ha la possibilità di utilizzare tale modalità utilizzando l’indirizzo PEC che risulta dai registri pubblici. Lo prevede la sentenza di cassazione n. 17346/2019.

Cosa fare se si dimentica di pagare IMU?

Il contribuente che si rende conto di avere dimenticato di pagare l’imposta o l’ha pagata parzialmente può ricorrere al ravvedimento degli importi omessi tramite il pagamento con F24 e calcolando le sanzioni e gli interessi. 

È disponibile Online il servizio di calcolo automatico di tali importi e se hai necessità ti supportiamo nel calcolo e nel pagamento delle delega al Servizio dedicato.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo