skip to Main Content

NASPI anticipata 2022: chi può richiederla

Donna-disperata-davanti-a-notebook-naspi-anticipata-2022

La NASPI ANTICIPATA 2022 è un sostegno per coloro che, usufruendo della NASPI ordinaria, decidono di aprire un’attività autonoma. La NASPI è una indennità di disoccupazione a cui hanno diritto tutti i lavoratori che si trovano nelle condizioni di inoccupati a causa della perdita del posto di lavoro.

Le categorie di lavoratori che possono accedere al beneficio sono:

  • apprendisti;
  • soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative;
  • personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

Da quest’anno a partire dal 1° gennaio, la prestazione spetta anche agli operai agricoli, a tempo indeterminato, dipendenti anche di cooperative e loro consorzi.

NASPI ordinaria – Requisiti

Tutti i lavoratori precedentemente identificati possono richiedere l’indennità solo a seguito di perdita del posto di lavoro.
Questa condizione è indispensabile per richiedere l’indennità; il dipendente che a causa di licenziamento o scadenza contrattuale, si trova nella situazione di inoccupato, può fare richiesta ed accedere al beneficio. Attenzione è importante evidenziare che chi presenta volontariamente le dimissioni non può usufruire della prestazione.
I
l soggetto disoccupato entro 68 gg dalla perdita del lavoro, potrà inoltrare la domanda online attraverso il sito dell’INPS, corredando la stessa dei documenti richiesti. 

Successivamente alla richiesta ed una volta approvata, l’INPS pagherà l’indennità con cadenza mensile, per un periodo pari alla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni.

Chi può chiedere la NASPI anticipata 2022?

La condizione primaria per accedere alla NASPI anticipata è quella di avere già ottenuto da parte dell’INPS parere favorevole alla NASPI ordinaria; Infatti indispensabile è che la domanda di disoccupazione ordinaria sia stata già accettata da parte dell’Istituto.

Quindi coloro che decidono di aprire un’attività in proprio, possono a seguito del Rilascio della partita IVA, richiedere l’intero importo anticipato entro e non oltre 30 giorni dall’apertura dell’attività.

L’INPS in questo caso, provvede alla liquidazione dell’intero importo defalcato sia della percentuale IRPEF sia delle percentuali in decremento stabilite dalla legge. L’importo percepito va indicato in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi ed è considerato soggetto a tassazione separata non concorrendo al calcolo a scaglioni dell’IRPEF.

La domanda della NASPI anticipata come per quella ordinaria, è esclusivamente online. È possibile accedere tramite il portale INPS ed inviare la richiesta allegando tutti i documenti quali il certificato di rilascio della partita IVA

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo