skip to Main Content

Liquidazione IVA Trimestrale

Fogli-di-calcolo-liquidazione-iva-trimestrale

La liquidazione IVA trimestrale è l’adempimento per tutti coloro che emettono fattura in regime di applicazione dell’imposta. I contribuenti, in questo caso, sono tenuti al calcolo e al pagamento dell’Imposta ogni tre mesi.

L’Art 7 DPR 542/99 inizialmente stabiliva dei parametri, modificati dalla legge 542 art. 7 comma 11 e chiariti successivamente nella risoluzione Agenzia delle Entrate n.15 del 23/02/2012.
I limiti di fatturato per l’opzione del versamento trimestrale sono equiparati a quelli previsti per l’accesso al regime di contabilità semplificata:

‘’…le soglie di accesso al regime di contabilità semplificata, prevedendo un innalzamento delle stesse da 309.874,14 euro a 400mila euro, per le imprese che prestano servizi, e da 516.456,90 euro a 700mila euro, per le imprese che svolgono altre attività’

Quindi per tutti coloro che hanno un fatturato inferiore a detti parametri è possibile applicare un versamento IVA TRIMESTRALE.
Stabilita la periodicità di versamento dell’IVA passiamo alla sua determinazione.

Come si calcola l’IVA a debito?

I contribuenti che emettono fatture in regime di applicazione dell’ Iva, sono soggetti al versamento dell’imposta. L’Iva incassata da fatture attive o da corrispettivi di vendita è ’’a debito’’ mentre l’imposta sugli acquisti è ‘ a credito’.

Il risultato di questa differenza determina l’importo:

  • A debito se l’iva sulle vendite è maggiore di quella sugli acquisti;
  • A credito se l’iva sugli acquisti è maggiore di quella sulle vendite.

Il calcolo è riferito alle fatture attive e passive annotate sul registro iva e corrispettivi nel trimestre oggetto di liquidazione.

ATTENZIONE!! Chi opta per questa periodicità di pagamento dovrà inserire una maggiorazione nella misura dell’1% del saldo IVA a debito. Nel modello F24 sarà indicato l’importo comprensivo dell’IVA e degli interessi

Quali sono le scadenze Iva?

Per coloro che decidono per il pagamento trimestrale dell’iva, le scadenze riferite a ciascun periodo sono:

I° trimestre – 16 maggio

II° trimestre – 20 agosto

III° trimestre – 16 novembre

Saldo IV° trimestre – 16 marzo anno successivo

Una attenzione particolare riguarda il pagamento dell’acconto IVA.

Infatti normalmente intorno al 27 dicembre, va pagato l’acconto relativo all’ultimo trimestre dell’anno di riferimento.
Questo acconto fa si che l’importo che si andrà a pagare a marzo dell’anno successivo, sia il saldo del dovuto relativo agli ultimi tre mesi del precedente

Codici tributo Liquidazione Iva trimestrale.

Come sappiamo il pagamento dell’imposta avviene tramite F24; in esso vanno inseriti i corretti codici. Questo permette di identificare il periodo di competenza a cui fa riferimento il versamento.

1° trimestre – codice 6031
2° trimestre – codice 6032
3° trimestre – codice 6033
4° trimestre – codice 6034

Acconto Iva – codice 6035

Occorre fare attenzione ad inserire nell’F24 il giusto codice Iva per evitare contestazioni da parte dell’amministrazione finanziaria.
Infatti i codici per la Liquidazione Iva Mensile sono differenti.

Consigliamo vivamente di valutare gli aspetti relativi alla gestione IVA prima di aprire una posizione. Infatti per coloro che decidono di aprire la Partita IVA è facoltà di aderire al regime Forfettario con la possibilità di gestire una contabilità più semplice ed esonerata alla tenuta di alcuni libri obbligatori per altri regimi.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo