skip to Main Content

Iscrizione VIES obbligatoria per Operatori UE

Banconota-da-100-euro-con-simbolo-unione-europea-iscrizione-vies

Il VIES è un archivio in cui sono presenti tutti gli Operatori che effettuano acquisti o cessioni di beni e servizi, all’interno della Unione Europea.
E’ stato istituito nel gennaio 1993 a seguito dell’introduzione del mercato unico.
Attraverso questo strumento è stato messo in atto un nuovo sistema di controllo dell’IVA.

Essendo un sistema di scambio dati a livello Europeo, nell’Archivio compariranno tutti gli operatori Europei non solo italiani, che effettuano scambi commerciali o di servizi tra stati membri.
La consultazione diventa essenziale per verificare se il numero di partita IVA fornito da un cliente o da un fornitore è registrato nella banca dati comune.

Cosa succede se non hai l’Iscrizione VIES? 

L’iscrizione al VIES è un requisito ‘’formale’’ per gli operatori intra-UE, nel senso che non vi è un obbligo.
Diventa indispensabile però se si hanno scambi commerciali tra Paesi comunitari.
Indispensabile perché i soggetti coinvolti emettono o ricevono fatture in regime di non imponibilità IVA.  

Senza l’iscrizione al VIES non si è autorizzati alla non imponibilità dell’IVA.
Se ne deduce che a seguito di un controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate, le operazioni vengano trattate come avvenute all’interno dello stato Italiano.
Come conseguenza considerate soggette ad IVA ed alle relative sanzioni.

Puoi usufruire del nostro servizio Inclusione archivio VIES dove puoi trovare i costi sia per l’iscrizione che per la cancellazione.

Come verificare partita IVA europea?

Per verificare se il soggetto è autorizzato ad effettuare le operazioni intra-comunitarie è possibile utilizzare il portale Ec.Europa.
Inserendo partita IVA, Paese di appartenenza il sistema ci comunica i dati relativi al nostro referente Europeo.

Cosa significa partita IVA non valida per operazioni transfrontaliere?

Quando il sistema a seguito di inserimento della partita IVA, restituisce la dicitura ”No, numero di partita IVA non valido per transazioni transfrontaliere nell’UE”. Ciò può significare sia che la partita IVA è inesistente, sia che non sia stata registrata al VIES.

Meglio verificare tramite il committente/fornitore il requisito che per noi diventa essenziale al fine di evitare controlli e sanzioni.
Hai a disposizione una pagina dedicata al servizio di registrazione al VIES.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo