skip to Main Content

Contratto di Rete – Vantaggi per le Imprese

Mani-che-indicano-con-il-dito-un-documento-contratto-di-rete

Il Contratto di Rete è un contratto attraverso il quale due o più Imprese si impegnano a collaborare ad un progetto comune con lo scopo di accrescere competitività e conoscenze.
Questa tipologia di collaborazione tra vari soggetti, pur rappresentando una aggregazione, permette a ciascuno di loro di mantenere la propria oro autonomia giuridica.

Chi sono i soggetti del Contratto di Rete?

Coloro che possono partecipare alla stipula del contratto sono Società di Capitali, Ditte Individuali, Consorzi, Cooperative e  tutti i soggetti interessati a parteciparvi senza limitazioni.
Non solo!
Possono essere parte di un Contratto di Rete anche Imprese che svolgono attività in diversi settori.

Infatti è questa la forza del contratto!

Collaborare per accrescere clienti, le conoscenze innovative e magari, abbattere i costi di gestione è la finalità dell’aggregazione tra Imprenditori.

Quali sono le attività del Contratto di Rete?

La legge stabilisce che i partecipanti possano creare rete attuando diverse strategie:

  • Scambio di informazioni e prestazioni di qualsiasi natura importante arricchimento imprenditoriale.
  • Collaborazione tra i vari imprenditori coinvolti per ogni esigenza anche di prestazione personale specializzato. 

E’ per questa ragione che Costituire una rete permette alle Imprese di aumentare la crescita del gruppo mantenendo però la propria autonomia.

La stipula del contratto.

Prima di tutto occorre provvedere alla redazione dell’accordo che deve prevedere alcune sezioni:

  • Stabilire l’organo comune;
  • Adesione recesso e durata;
  • Maggioranza per l’assunzione di decisioni comuni;
  • Fondo patrimoniale.

L’obiettivo è di provvedre al buon funzionamento della collaborazione affinchè tutto sia deciso e concordato fin da subito.

Contatto di rete l’Iter da seguire

Il Contratto di Rete prevede la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate ed il deposito al Registro Imprese.

È possibile ottemperare alla registrazione senza l’intervento del notaio, presentando il mod. 69 allo sportello e pagando i relativi diritti tramite delega F24.
In questo caso occorrono tanti originali debitamente firmati, quanti sono i soggetti che vi partecipano.
L’Agenzia rilascia la ricevuta con data e numero di registrazione.

Fondamentale il rilascio di questi dati in modo da essere indicati nella pratica al Registro Imprese.

Il successivo deposito presso la Camera di Commercio compente avviene predisponendo una Comunicazione Unica in cui si elabora un file Xml firmato digitalmente dai rappresentanti dei soggetti parte del contratto.
Così predisposto è poi inviato telematicamente e reso pubblico come atto di collaborazione tra Imprese.

Uno modello di collaborazione molto utile per il periodo difficile che sta attraversando la nostra economia. Il legislatore ha inteso aiutare con questo strumento innovativo, la produttività territoriale permettendo l’unione delle imprese che, attuando un progetto comune, possano ottenere una crescita economica.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo