skip to Main Content

Codice Fiscale perso: Come fare richiesta

Testo-di-colore-bianco-e-nero-con-sfondo-bianco-e-verde-codice-fiscale-perso

Il Codice Fiscale perso è un problema molto comune. Essendo il codice che identifica tutti i soggetti residenti nel territorio italiano è obbligatorio possederlo.
Inoltre è indispensabile per molte attività: richiesta del medico prenotazione appuntamenti, riconoscimenti in banca, invio delle dichiarazioni e apertura di attività.

Composto da 16 caratteri alfanumerici, esso non è altro che la codifica dei dati anagrafici del soggetto che lo richiede.
Ogni cittadino che nasce in Italia ha assegnato immediatamente il codice fiscale: siamo codificati al momento della nostra nascita e questo sarà identico per tutta la vita.

Ai nuovi nati il Codice Fiscale è attribuito dal Comune al momento della prima iscrizione.
Gli stranieri lo ottengono attraverso lo sportello immigrazione all’atto della domanda di ingresso nel territorio italiano.

I dati anagrafici determinanti per la creazione del codice fiscale sono: nome, cognome, data e luogo di nascita. I caratteri identificativi dei dati anagrafici corrispondono a:

  • 6 lettere identificative del cognome e nome;
  • 5 caratteri dedicati alla data di nascita inversa;
  • 4 dedicati al codice del comune di nascita;
  • L’ultima lettera non è di controllo.

Il sesso del soggetto è identificato aggiungendo 40 al giorno di nascita per le donne.

Cosa fare in caso di Codice Fiscale perso?

Se il soggetto ha smarrito il codice fiscale, è necessario inoltrare la richiesta del duplicato:

  • Di persona presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate;
  • Inviando una Pec con il modello AA4/8 debitamente compilato;
  • Online tramite il link.

Se il soggetto preferisce può o inviare una Pec oppure andare di persona presso lo sportello dedicato, dovrà compilare il modello AA4/8 e munirsi di copia del documento di identità.
La richiesta del duplicato verrà presa in carico con il rilascio immediato di un codice fiscale provvisorio in attesa del tesserino.

È importante precisare che l’Agenzia spedisce il tesserino alla residenza del soggetto entro 15/20 giorni dalla richiesta.
Per chi sceglie la procedura online è sufficiente inserire i dati anagrafici del soggetto ed inviare la richiesta.
Una volta acquisita la richiesta, l’Agenzia spedirà il tesserino all’indirizzo di residenza del soggetto. Non sono ammessi invii al domicilio del soggetto! Meglio verificare che sia sempre possibile ritirare le raccomandate all’indirizzo di residenza.

È bene precisare che per coloro che scelgono il rilascio con domanda online non è possibile il rilascio del tesserino provvisorio: per cui per i contribuenti che necessitano di avere il duplicato in tempo reale è preferibile inviare una Pec o recarsi in Agenzia.
Attualmente l’accesso in Agenzia è consentito previo appuntamento. Il soggetto che intende recarsi presso l’ufficio dedicato al rilascio del tesserino, può chiamare il numero verde o scaricare l’app dell’Agenzia prenotare un appuntamento.

Siamo disponibili per qualsiasi esigenza ai Contatti che trovi nel nostro sito per approfondimenti o richiesta di evasione della domanda.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo