skip to Main Content

Cessazione Attività Ditta: Tre gli step da seguire.

Lettere-su-sfondo-rosso-cessazione-attività

Un imprenditore individuale che si avvia alla cessazione attività di commercio o servizi, deve necessariamente inviare le comunicazioni agli Enti preposti e fare attenzione ai vari passaggi obbligatori.
Non è difficile fare le comunicazioni l’importante è sapere cosa fare per chiudere l’attività e le posizioni ad essa associate.

I passaggi obbligatori sono:

  • Cessare la partita IVA;
  • Cancellare l’impresa dal Registro Imprese;
  • Chiudere la posizione INPS.

Cessazione Attività Ditta- Chiudere la posizione IVA.

La prima cosa da fare è chiudere la posizione all’Agenzia delle Entrate. Per fare questo occorre inviare il modello AA7/10 in cui si indicherà numero, il codice fiscale del titolare e la data di chiusura dell’attività.
Il modulo va inviato telematicamente e viene acquisito con il rilascio di una ricevuta.

Offriamo anche il Servizio Dedicato! Vai alla Pagina.

Cancellare l’impresa dal Registro Imprese.

Le attività che sono iscritte alla Camera di commercio devono anche comunicare la cessazione dell’attività per cancellare la loro posizione.
Per fare ciò è necessario inviare una pratica di Comunicazione inserendo il numero Rea e la data di cessazione. In questo caso la pratica deve essere firmata digitalmente dal titolare.

Attenzione! È importante ricordare che tutte le attività regolamentate in base al DL 222/2016, devono inviare la SCIA al Comune di competenza con inserita la data di cessazione.
In mancanza della SCIA di cessazione il Registro Imprese NON cancella l’impresa.

Chiudere la posizione INPS.

Per gli Imprenditori si rende inoltre necessaria la cancellazione della posizione contributiva. Questo per evitare addebiti non dovuti.
La cancellazione avviene inserendo nella pratica di Comunicazione la data di cessazione ed il numero della posizione

Se non conosci la tua posizione contributiva mettiamo a disposizione dei clienti il Servizio INPS.
Compilando la delega con i dati del soggetto, procediamo alla consultazione e verifica della posizione per poi cessarla.

E se sei un imprenditore Artigiano?

È obbligatoria per tali attività cessare la posizione INAIL a suo tempo aperta, per evitare addebiti non dovuti. L’INAIL a riprova dell’avvenuta cancellazione, rilascia il certificato di cessazione della posizione.

L’iter di chiusura come hai visto non è difficile occorre solo capire le varie fasi per evitare di incappare in sanzioni. È inoltre importante precisare che una volta chiusa l’attività ci sono ancora delle incombenze burocratiche quali l’invio della dichiarazione dei redditi ed il pagamento delle rate residue relative ai contributi, all’assicurazione obbligatoria ed al saldo IRPEF.

Se vuoi ulteriori informazioni o chiarimenti puoi contattarci saremo subito a tua disposizione.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo