skip to Main Content

Bonus Partita IVA 2022: Chi può richiederlo

Persone-stilizzate-e-banconota-da-cinquecento-euro-sullo-sfondo

Il 20 settembre è possibile richiedere il Bonus Partita IVA 2022 l’indennità una tantum per i lavoratori autonomi ed i professionisti come stabilito dall’ art. 33 del DL 50/2022.
Infatti coloro che alla data della richiesta hanno una Partita IVA attiva, possono richiedere l’indennità pari ad € 200,00 tramite il portale INPS o facendo la richiesta direttamente alla cassa di riferimento.
Vediamo la platea degli aventi diritto e le modalità di accesso al beneficio.

Bonus Partita IVA 2022 – Soggetti beneficiari

I soggetti che possono accedere al beneficio sono tutti i possessori di Partita IVA attiva iscritti almeno ad una delle gestioni previdenziali di riferimento:

  • gli imprenditori iscritti alla gestione Artigiani e Commercianti
  • i professionisti iscritti alla gestione separata INPS
  • i professionisti che hanno come riferimento le loro casse private come commercialisti avvocati medici ecc.

Il decreto attuativo chiarisce inoltre che i coadiuvanti e coadiutori posso inoltrare la richiesta. La data di iscrizione alla gestione di riferimento, sarà il dato determinante per accedere al bonus, nonché il rispetto del requisito contributivo e reddituale.

Bonus Partita IVA – Requisiti

Coloro che posseggono una Partita IVA quindi, per poter accedere al beneficio, sono tenuti a rispettare i requisiti di seguito chiariti:

  • reddito massimo complessivo assoggettato all’IRPEF €uro 35.000,00;
  • non aver beneficiato della stessa indennità come dipendente;
  • avere dato inizio all’attività al più tardi entro il 18 maggio;
  • aver eseguito almeno un versamento contributivo alla cassa di appartenenza con esclusione di quelli iscritti da maggio 2022.

Al venir meno di uno solo dei requisiti indicati decade il titolo per ottenere il beneficio.

Come richiedere il bonus?

Il legislatore per questo beneficio non ha previsto la possibilità di delegare il professionista di fiducia. Infatti l’inoltro delle domanda è possibile da ciascun titolare il quale potrà inoltrare la domanda tramite il portale INPS o direttamente alla Casse di appartenenza, autenticandosi con SPID o CNS.

La domanda può essere compilata ed inviata dal 26 settembre fino al 30 novembre anche se inizialmente si era parlato di click day, attualmente sembrerebbe ci sia la garanzia di soddisfare tutte le domande che perverranno.

È bene comunque verificare in tempo utile il possesso dei requisiti al fine di non tardare nell’invio della domanda per evitare di rimanere esclusi.
Siamo comunque a disposizione per coloro che avessero necessità di ulteriori chiarimenti.

Unisciti a Noi!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere gli Aggiornamenti e i nuovi Articoli del Blog.

Non inviamo spam! Letta la Privacy Policy, presto il mio consenso per l’invio a mezzo email, da parte di questo sito, di comunicazioni informative e promozionali, inclusa la newsletter, riferite a servizi propri.

Condividi questo articolo